Taekwondo

newlogofitae BIANCO

Rappresentanti del Taekwon-Do I.T.F. e del Taekwondo FITA,   affiliati alla Federazione Italiana Taekwon-Do (F.I.TAE) alla Federazione Italiana Taekwondo FITA (come società aggregata).

Il Team guidato dal M°Fabio Rinaldi nasce nell’ottobre del 2000 con l’obiettivo di promuovere e divulgare la pratica del Taekwon-Do.

L’impegno, la tradizione ed il rispetto dei ruoli, perseguendo il miglioramento individuale e collettivo sia tecnico che umano, sono alla base dell’insegnamento ai suoi allievi, con particolare riguardo all’aspetto sportivo e competitivo nel Taekwon-Do e nella Kick Boxing.

Ogni nostro allievo ed agonista punta verso obbiettivi sempre più alti cercando di innalzare il suo livello umano, tecnico ed agonistico.

Le cinture nere sono la forza portante del nostro gruppo, tutti lavorano affinchè ci sia una linea di guida comune, fondamentale per la crescita delle nuove leve ed in particolare dei nostri piccoli allievi.


Il Taekwon-Do è un’arte marziale ed un metodo di autodifesa basato sull’uso di pugni e calci. Dove si richiede uno stile di vita volto alla conoscenza del proprio io. Letteralmente la parola coreana Taekwon-Do è divisa in tre ideogrammi.

TAE= calciare in volo

KWON= pugno

DO= arte

Dal punto di vista pratico questa arte marziale richiede un duro allenamento fisico. Dove ogni allievo deve cercare in se stesso la forza del miglioramento fisico, mentale e spirituale. L’approccio al Taekwon-Do è diretto e semplice.

La sua vera forza deriva dalla sua apparente semplicità. I suoi movimenti riflettono il moto dell’onda del mare, sono fluidi, senza bruschi arresti, si coniugano in un’armonia di tecniche che nascono l’una dalla fine dell’altra. Le tecniche fisiche del Taekwon-Do si basano sui principi della scienza moderna, e in particolare della fisica newtoniana la quale insegna a generare il massimo della potenza.

-I principi che risiedono dietro le tecniche devono essere così chiari in modo che anche chi non conosce il Taekwon-Do sia capace di distinguere un movimento corretto da uno sbagliato.

-La distanza e l’angolo di ogni movimento devono essere definiti esattamente in modo da realizzare un attacco o una difesa più efficace.

-Il proposito e il metodo di ogni movimento devono essere semplici e chiari. Per facilitare il suo insegnamento ed il processo d’apprendimento.

-Metodi d’insegnamento razionali devono essere semplici e chiari, per facilitare il suo insegnamento ed il processo d’apprendimento.

-Metodi corretti di respirazione devono essere insegnati aumentando la velocità d’ogni movimento e riducendo la fatica.

-Deve essere possibile attaccare qualsiasi punto vitale del corpo, e deve essere possibile difendersi contro tutte le varietà d’attacco .

-Si deve definire ogni strumento d’attacco chiaramente ed in funzione del corpo umano. -Ogni movimento deve essere facile da eseguire permettendo agli studenti di sfruttare il Taekwon- Do come uno sport ed una ricreazione.

-Bisogna considerare specialmente lo sviluppo della salute e la prevenzione delle lesioni. -Ogni movimento deve essere armonioso e ritmico in modo che il Taekwon-Do sia esteticamente bello. L’adesione a questi principi fa del Taekwon-Do un’arte marziale, un’arte estetica, una scienza e uno sport.